20 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Si è registrato il più alto numero giornaliero di nuovi casi di coronavirus: 31 i soggetti positivi. Quasi tutti rientrano nel cluster “Casa di Riposo di Portocannone”.  Sono tre i guariti. Il totale degli attualmente positivi in regione schizza a 135.

19 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Un nuovo positivo a Larino di cluster noto. Questa invece la situazione a malattie infettive dove ad oggi ci sono 4 ricoveri: 2 nuovi ingressi (la donna di Larino che ha partorito a Termoli e uno di Campomarino che era ospite di una comunità alloggio di Portocannone). Dimesso invece un paziente di Gambatesa che torna ad essere un positivo a domicilio.

18 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. 5 nuovi casi positivi in Molise emersi dai tamponi effettuati quest’oggi. Un caso rispettivamente a Civitanova del Sannio, San Martino in Pensilis e Gambatesa e 2 casi a Larino, dove nella mattinata di oggi una classe della scuola primaria è stata sospesa dall’attività didattica dopo la positività del genitore di un alunno. Intanto i locali pubblici eludono i controlli di sicurezza. Si dovrebbero prendere nominativi di chi frequenta e misurare la temperatura all’ingresso, ma in nome del profitto la sicurezza delle persone va in secondo piano.

17 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. La situazione di oggi vede 3 nuovi positivi di cui 1 a Campobasso di rientro dalla Romania, 1 a Larino di rientro dalla Francia e 1 residente a Campomarino ospite comunità alloggio di Portocannone. Ci sono anche 3 guariti a Campobasso del cluster Grecia.

16 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Continua a salire la curva dei contagi in Molise. Sono 2 i positivi registrati oggi: 1 a Venafro (cluster noto) e uno a Termoli (cluster noto). Sono 102 gli attualmente positivi. Un guarito a Campobasso (cluster Gemelli).

15 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Continua a salire la curva dei contagi in Molise. Sono 6 i positivi registrati oggi nella nostra regione. In particolare si tratta di una persona di Campobasso legata ad un cluster già noto, una persona di Colle d’Anchise, due persone di Venafro e due di Sant’Agapito. Quindi gli attualmente positivi sono 101. Tra i guariti ci sono due persone di Campobasso legate ai cluster Venezuela e Croazia. Inoltre un paziente di Sant’Elia a Pianisi è stato dimesso dal reparto di malattie infettive e uno di Montenero di Bisaccia dimesso, invece, dall’Ospedale Cardarelli. I guariti dall’inizio della pandemia sono 452.

14 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. La situazione odierna vede 98 soggetti positivi, 1 in terapia intensiva, 5 nel reparto di malattie infettive. Attualmente ci sono 449 guariti e 23 deceduti. Sono stati eseguiti 36565 tamponi. I tamponi processati nella giornata di oggi sono 233: c’è un residente di Montenero di Bisaccia passato da asintomatico a ricoverato in malattie infettive e un nuovo positivo di Venafro.

13 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Sono 4 i nuovi contagi oggi in Molise. Si tratta di una persona di Miriabello Sannitico, una di Venafro e due di Termoli. Sono così 97 le persone attualmente positive in regione.

12 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Sono 4 i nuovi contagi registrati oggi in Molise. Si tratta di una persona di Miriabello Sannitico, ricoverata in terapia intensiva, una di Venafro la cui  positività è risultata in seguito alla richiesta di tampone da parte del medico curante e due di Campobasso rientrate dalla Sardegna.

Dunque non è più covid free il reparto di terapia intensiva dell’ospedale Cardarelli di Campobasso, mentre  sono 3 i pazienti ricoverati nel reparto di malattie infettive.

Questo secondo l’ultimo bollettino dell’ASReM che attesta che le persone attualmente positive in Molise sono 95 e nello specifico 81 nella provincia di Campobasso e 13 in quella di Isernia. Risultano invece essere 142 le persone in isolamento.

11 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Tre le persone positive nella giornata di oggi tutti di Campobasso, una la persona dimessa da malattie infettive (di Sant’Agapito).

10 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. 4 nuovi positivi: 2 a Gambatesa, 1 a Campobasso e 1 a Colle d’Anchise (rientro dall’estero). Dieci invece le persone guariti. Sono così 89 i soggetti positivi al virus.

9 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Nella giornata di oggi sono stati processati 458 e sono stati riscontrati 3 nuovi casi di positività al Covid 19: 2 cittadini di Campobasso, appartenenti a cluster noto, e uno di Colle d’Anchise rientrato dalla Svizzera. 95 le persone positive. Situazione invariata al Cardarelli dove restano ricoverati in malattie infettive 4 pazienti.

8 settembre 2020 ore 19.00 – Molise. Salgono ancora i positivi. Il bollettino Asrem diramato in giornata vede 2 positivi a Campobasso, 1 a Vinchiaturo e 1 a Montaquila (IS) rientrato dall’estero. 92 il numero totale dei positivi.

8 settembre 2020 ore 16.30 – Molise. Proseguono i controlli presso la struttura Gemelli Molise. Dopo il caso di un dipendente positivo al covid, oggi la struttura informa che “a seguito dell’indagine epidemiologica condotta sul personale due dipendenti di Gemelli Molise sono risultati positivi al Covid 19.  In totale i contagiati sono tre. Era stata comunque disposta la domiciliazione tutelare per alcuni lavoratori a scopo precauzionale. Continua il percorso volto al rafforzamento delle misure di prevenzione e di tracciabilità”.

7 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Aumentano i positivi e soprattutto i ricoverati. Su 154 tamponi processati sono stati riscontrati altri due casi di positività, uno di Campobasso e uno di Gambatesa. Il numero degli attualmente positivi sale a 88, mentre i totali da inizio emergenza sono 548, su un totale di 34263 tamponi processati, compresi quelli di controllo.

Quello che preoccupa, e che da sempre è il termometro della situazione, riguarda la situazione negli ospedali: al Cardarelli sono saliti a 5 i pazienti in malattie infettive. I guariti salgono a 437, mentre i decessi sono fermi a 23.

La mappa del contagio vede la presenza di cittadini positivi in numerosi centri: 2 Bojano,  44 Campobasso, 1 Campolieto, 1 Campodipietra, 5 Campomarino, 1 Carovilli, 7 Ferrazzano, 2 Forlì del Sannio, 1 Gambatesa, 6 Isernia, 2 Montenero di Bisaccia, 1 Macchiagodena, 1 Montaquila, 1 Ripalimosani, 1 Rocchetta a Volturno, 1 Sant’Agapito, 4 Sant’Elia a Pianisi e 6 Termoli.

6 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Una vera e propria escalation di contagi quello che si registra oggi pomeriggio, 6 settembre. Sono 10 i nuovi contagi che si registrano: 3 a Campobasso, 5 a Ferrazzano, 1 a Campodipietra segnalato da medico di base e uno a Sant’Agapito (Isernia) come tampone pre-ricovero. Il dato che desta preoccupazione è il numero esiguo di tamponi, appena 135 a fronte di 10 soggetti positivi facendo salire il numero dei positivi a 87.

5 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Tornano a salire i contagi in Molise dopo lo stop di ieri e 3 guariti. 2 i nuovi casi di positività su 260 tamponi processati, entrambi di Campobasso. Gli attualmente positivi tornano a salire, sono ora 77, mentre i totali da inizio emergenza sono 536 su un totale di 33934 tamponi processati, compresi quelli di controllo.

4 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Scende a 75 il numero degli attualmente positivi al Covid 19 in Molise. Il bollettino Asrem vede tre guariti su 334 tamponi processati: due appartenenti al cluster Grecia (Campobasso) e un altro appartenente al cluster Venezuela.

3 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Quattro nuovi positivi su 197 tamponi processati. Uno dei quattro positivi è di Bojano rientrato dalla Repubblica Domenicana, 2 di Montenero di Bisaccia rientrati dall’Abruzzo e uno di Carovilli rientrato da Roma. I casi attualmente positivi sono 78.

2 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Si registrano due nuovi casi di persone positive al covid: 1 a Campobasso (segnalazione al medico curante) e 1 a Bojano (rientro dalla Basilicata). Arrivano così a 75 i casi attualmente positivi in regione.

1 settembre 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo caso di persona positiva al virus nella giornata di oggi.

31 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Sono stati individuati nella giornata di oggi 3 nuovi casi di positività, tutti nel capoluogo di regione: un cittadino rientrato dalla Sardegna, uno riconducibile al cluster Croazia e uno segnalato dal medico di base. Gli attualmente positivi salgono così a 73, mentre i totali da inizio emergenza sono 528.

30 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio registrato nella giornata di oggi.

29 agosto 2020 ore 18.00 –  Molise. Nella giornata di oggi un nuovo positivo, di Ferrazzano, rientrato dalla Sardegna. Sono così 70 le persone attualmente positive.

28 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Altri tre nuovi casi nella giornata di oggi. Positivo un cittadino di Isernia, 1 persona di Rocchetta al Volturno rientrata dall’India e 1 persona di Campobasso. Salgono così a 69 i positivi al virus.

27 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Nella giornata di oggi si è registrato un nuovo caso, ovvero di una ragazza proveniente da Anzio. Non ci sono stati nuovi guariti e restano tre le persone ricoverate. Attualmente sono 66 i casi attualmente positivi.

26 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Nella giornata di oggi c’è un nuovo caso, ovvero di una ragazza di Termoli rientrata dalla vacanza in Grecia. Non ci sono nuovi guariti e salgono a tre le persone ricoverate.

25 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Sono stati riscontrati 8 nuovi casi di contagio. 2 di Campobasso (di cui uno ricoverato in malattie infettive e uno rientrato dalla Croazia), 1 di Ripalimosani (rientrato dalla Croazia), 1 di Ferrazzano (cluster Grecia), 2 di Isernia (si tratta di madre e figlia rientrati da Pavia), 1 di Macchiagodena (rientrato da Anzio), e 1 di Montaquila (rientrato da Anzio).

25 agosto 2020 ore 12.00 – Molise. Si è registrato un caso, il primo dall’inizio della pandemia, a Fornelli. Ad informare la cittadinanza è stato direttamente il sindaco Giovanni Tedeschi.

“Cari cittadini, rendo noto che nella mattinata di oggi, martedì 25 agosto, ci è stato comunicato dagli organi regionali competenti che una persona residente nel nostro comune è risultata positiva al virus da COVID-19; tuttavia, ci è stato riferito che la persona interessata versa in buono stato di salute e si trova presso la propria abitazione.

Le Autorità competenti e l’ASREM, che si sono immediatamente attivate, hanno provveduto ad adottare tutte le misure precauzionali del caso, ivi inclusa la mappatura delle persone entrate in contatto con la persona risultata positiva, le quali verranno sottoposte a tampone.

Nell’esprimere la vicinanza dell’Amministrazione comunale e dell’intera comunità alla persona risultata positiva al virus ed ai suoi familiari, senza voler creare inutili allarmismi, esorto, comunque, tutta la cittadinanza a rispettare le regole in vigore per il contenimento della pandemia, avuto particolare riguardo al distanziamento sociale e all’uso della mascherina, che ricordo essere obbligatorio in numerose circostanze ed in particolare dalle ore 18:00 alle ore 06:00 negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie…) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale. Facendo appello al senso di responsabilità che ha sempre caratterizzato la nostra comunità e fiducioso del rispetto delle raccomandazioni sopra richiamate, essendo ancora alto il rischio epidemiologico, invito tutti a non abbassare la guardia”.

24 agosto 2020 ore 18.00 –  Molise. Un nuovo ricovero in Malattie infettive, si tratta di un 48enne di Termoli le cui condizioni sono peggiorate questa notte e pertanto è stata necessaria l’ospedalizzazione. Invece sui 104 tamponi processati oggi, non si sono registrati casi di positività. Il paziente di Ururi invece è guarito. I positivi scendono a 56.

23 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Su 149 tamponi processati non si registrano casi di positività al Coronavirus in Molise dopo l’aumento degli ultimi giorni. Il militare di Bojano rientrato dal Kosovo è invece guarito. Gli attualmente positivi in regione sono quindi 57, resta sempre ricoverata a Malattie Infettive l’anziana di Sant’Elia a Pianisi.

22 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Un nuovo positivo, una persona di Termoli di rientro dalla Grecia. Sale a 58 il numero delle persone attualmente positive in Molise. Una sola persona ricoverata nel reparto di Malattie Infettive del Cardarelli.

21 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Un nuovo soggetto positivo al virus, si tratta di una persona di Rimini in vacanza a Termoli. I tamponi processati sono 200 e fra questi ci sono anche i sei dipendenti delle Poste che sono risultati tutti negativi. Gli attualmente positivi in Molise sono 56, le persone in isolamento fiduciario sono 117.

20 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Focolaio alle Poste Centrali di Campobasso: una dipendente risultata positiva (caso di rientro dalla Grecia). La Direzione ha provveduto nella giornata di ieri a sanificare i locali in via precauzionale.

19 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Sono 5 le persone risultate positive al Covid-19 su un totale di 290 tamponi processati. Oltre all’anziana di Sant’Elia a Pianisi che è stata ricoverata presso il reparto di Malattie Infettive del Cardarelli di Campobasso, sono altre 3 le persone appartenenti allo stesso cluster, tutti familiari di rientro da Lecco che avrebbero contratto il virus e contagiato anche l’anziana parente. Una quinta persona, invece, è risultata positiva a Campobasso. 55 il numero delle persone che sono in isolamento, 93, nessuno in sorveglianza.

18 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Sei nuovi casi di positività al Coronavirus in Molise che si aggiungono ai nove segnalati ieri tra i familiari di due turisti di Campobasso tornati nei giorni scorsi dalla Grecia. Quelli delle ultime ore, riconducibili al cluster Grecia, riguardano due persone di Campobasso, altre due sono di Termoli e anche in questo caso si tratta di turisti rientrati dalla Grecia. Due positivi a Forlì del Sannio (Isernia) tra cittadini marocchini rientrati dal Marocco. I casi totali di positività al Covid-19 in Molise salgono a 50, 502 quelli da inizio della pandemia.

17 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Nove persone si aggiungono agli attualmente positivi al virus (44 in totale). Si tratta del cluster di ritorno dalla Grecia che si è generato a Campobasso.

16 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Per il secondo giorno consecutivo in Molise non si registrano nuovi contagi. 73 i tamponi effettuati in giornata. Il numero dei positivi resta fermo a 35.

15 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo caso di soggetto positivo al virus.

14 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Si registrano due nuovi casi di persone (Campobasso) positive al virus di rientro dalla Grecia. Due invece i guariti di Isernia di rientro da Bologna. Italia. 574 nuovi contagi e 3 morti nelle ultime 24 ore

13 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Dopo i 5 positivi (cluster Campomarino) della serata di ieri (mercoledì 12 agosto) in Molise non si registrano nuovi casi di positività al Covid-19. Restano dunque 35 le persone attualmente positive, tutte asintomatiche. Italia. I ricoverati con sintomi in Italia sono complessivamente 786, 7 in più rispetto a ieri. In terapia intensiva sono 55 (+2). In isolamento domiciliare 13.240 (+281). Il totale degli attualmente positivi è di 14.081, 290 in più rispetto a ieri. Tra dimessi e guariti si contano 202.923 persone, in aumento di 226 unità. I deceduti sono 6 nelle ultime 24 ore per un totale nazionale di 35.231. I casi totali sono 252.235 (+523)

12 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Un nuovo caso di soggetto positivo al covid, un immigrato proveniente dalla Tunisia e che attualmente è ospitato in provincia di Isernia. Sono 48 i soggetti in isolamento. 28.381 i tamponi eseguiti sino ad ora. 23 il numero delle persone decedute.

11 agosto 2020 ore 17.00 – Molise. Non si sono registrati nuovi contagi, per il quinto giorno di seguito, e ci sono 4 guariti, un cluster spento e il Cardarelli Covid free. Èguarito il paziente kosovaro di Pesche che è stato dimesso dal reparto di malattie infettive dell’ospedale Cardarelli. Gli altri tre guariti sono pazienti di Campobasso e fanno riferimento al cluster dei venezuelani.

La mappa del contagio in Molise riguarda 5 centri. Sono presenti 21 positivi a Campobasso (cluster venezuelani), 4 a Isernia (cluster kosovari), 2 a Campolieto (migranti), 1 a Bojano (kosovaro), e 1 a Ururi (carabiniere).

10 agosto 2020 ore 17.30 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi. Italia. Continua ad abbassarsi l’età media dei contagiati. A preoccupare i viaggiatori che rientrano in Italia dopo soggiorni all’estero, per cui il Lazio pensa a test in aeroporto per chi torna dai Paesi più a rischio. In 24 ore sono stati registrati 259 casi (ieri 463) e 4 decessi (ieri 2)

9 agosto 2020 ore 17.00 – Molise. Due i guariti del cluster Kosovo di Pesche. Restano 33 i positivi al virus e 75 soggetti in isolamento. Italia. Torna ad aumentare il numero dei contagi in Italia ma cala quello dei morti. Nelle ultime 24 ore, segnala il ministero della Salute, sono risultate positive altre 463 persone, a fronte delle 347 di ieri, con un totale di 37.637 tamponi effettuati. I decessi sono due, mentre ieri erano stati 13. Dai dati del dicastero emerge pure che in un giorno sono guarite 151 persone. Gli attuali positivi ammontano a 13.263, con un aumento di 310 rispetto a ieri. Di questi, 45 si trovano in terapia intensiva (+2) e 763 sono ricoverati con sintomi (-8). Il totale dei deceduti sale a 35.205, mentre il totale dei dimessi e guariti sale a 202.098, con un aumento di 151.

8 agosto 2020 ore 17.30 – Molise. 77 i tamponi processati in data odierna. Fermi, per il secondo giorno consecutivo, a 35 i soggetti positivi al virus.

7 agosto 2020 ore 17.30 – Molise. Fermi a 35 i positivi al virus.

6 agosto 2020 ore 17.30 – Molise. Salgono a 35 i soggetti positivi al virus, si tratta di una persona di Bojano rientrata dal Kosovo. Italia. 402 nuovi casi e 6 morti in 24 ore.

5 agosto 2020 ore 17.00 – Molise. Restano fermi a 34 i casi attualmente positivi al virus. 50 i soggetti in isolamento.

4 agosto 2020 ore 17.00 – Molise. Un nuovo caso di soggetto positivo al virus nella giornata di oggi. È stato riscontrato che si tratta di un carabiniere di Ururi. L’Asrem sta provvedendo a sottoporre a test sierologico tutte le forze dell’ordine molisane. Gli attualmente positivi salgono a 34, mentre sono 478 i totali da inizio emergenza su 27346 tamponi processati, compresi quelli di controllo.

3 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Sono stati processati 127 tamponi, non sono stati riscontrati nuovi casi di positività al virus.

2 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. 83 i tamponi processati e due i nuovi positivi: campobassani appartenenti al cluster venezuelano del capoluogo. Resta invariato il numero delle persone guarire ferme a 421. 58 i soggetti attualmente in isolamento e 23 in sorveglianza.

1 agosto 2020 ore 18.00 – Molise. Due positivi al tampone Covid. Si tratta di due ospiti  accolti nel centro di Campolieto. Entrambi asintomatici. Questo è l’esito dei 171 tamponi processati sulla comunità dei migranti arrivati ieri in Molise. Mentre in totale i tamponi eseguiti nella giornata sale a 289.

31 luglio 2020 ore 17.30 – Molise. Due nuovi casi di soggetti positivi al covid del cluster Kossovo. Italia. 379 contagi e 9 decessi

30 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Un nuovo caso di soggetto positivo al covid a Campobasso del cluster venezuelani. Sono 27 i soggetti totali positivi, 56 in isolamento e 66 sorvegliati. Italia. 386 nuovi contagi e 3 morti.

29 luglio 2020 ore 17.00 – Molise. Restano 26 i casi attualmente positivi in regione. 69 i soggetti in isolamento e 137 quelli sorvegliati.

28 luglio 2020 ore 17.00 – Molise. Salgono a 26 i casi attualmente positivi in regione. 67 i soggetti in isolamento e 137 quelli sorvegliati.

27 luglio 2020 ore 18.30 – Molise. Restano 25 i casi attualmente positivi in regione. 73 i soggetti in isolamento e 133 quelli sorvegliati. Italia. 170 nuovi contagi e 5 morti

26 luglio 2020 ore 19.00 – Molise. Cresce il cluster dei venezuelani registrando 3 nuovi casi. 25 attualmente i casi positivi, 20 a  Campobasso e 5 nella provincia di Isernia (Pesche). Italia. Cinque decessi e 255 nuovi contagi.

25 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nuovi casi registrati nella giornata di oggi. Si tratta di un cluster di cittadini originari del Kosovo rientrati a Pesche. Sono così 22 i pazienti positivi al virus. Italia. 275 nuovi positivi e 5 decessi nelle ultime 24 ore

24 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Sui 255 tamponi processati altre 3 persone (tutte di Campobasso) sono risultate positive e riconducibili al cluster venezuelano che ha scatenato il piccolo focolaio e che fa registrare un totale di 17 casi (6 di loro sono di Campobasso e 11 venezuelani accolti questi ultimi nella struttura di una Chiesa del Capoluogo, gli ultimi tre di oggi non sarebbero religiosi).

23 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. C’è un nuovo positivo tra le persone di origine venezuelane. Salgono così a 14 le persone contagiate e legate al cluster della famiglia sudamericana. Nella giornata odierna sono stati processati 253 tamponi  e ad oggi risultano 18 in totale i positivi al covid in Molise, tutti asintomatici. Nessuno risulta essere ricoverato. In totale sono stati effettuati 25.438 tamponi e sono 419 le persone guarite. Le persone in isolamento risultano essere 56, mentre 110 quelle in sorveglianza.

22 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Rischio di un possibile focolaio nella provincia di Campobasso, nato nel campus estivo della Baita di Ferrazzano. Sono circa una ventina i nominativi dei bambini segnalati all’Asrem che nelle prossime ore saranno sottoposti a tampone. Stesso trattamento potrebbe essere riservato ai genitori. In tutto quindi si tratterebbe di una sessantina di persone. Le persone coinvolte sono positive asintomatiche e probabilmente neanche il rilevatore della temperatura è stato di aiuto. Il campus è frequentato da bambini che vanno dai 6 ai 12 anni. Finora tre i soggetti trovati positivi al Covid-19 e sono componenti di una famiglia venezuelana arrivati in Molise da circa due settimane. Italia. 282 nuovi casi (ieri 129) e 9 morti (ieri 15) in 24 ore. Sono 48 i pazienti in terapia intensiva (-1). In Lombardia registrati 51 nuovi contagi e un decesso.

21 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nuovi contagi in Molise dopo uno stop di una settimana. Si tratta di 3 venezuelani asintomatici. È in corso la ricostruzione dei movimenti e degli incontri. Italia. 129 contagi e 15 morti nelle ultime 24 ore.

20 luglio 2020 ore 19.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi. 8 i casi attualmente positivi in tutta la regione. Una persona ricoverata nel reparto di Malattie infettive del Cardarelli. Italia. Sono 190 i contagi e 13 i morti nelle ultime 24 ore in Italia. Questi i dati del bollettino della Protezione civile del 20 luglio.

19 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi. Italia. Nel bollettino del 19 luglio si registrano 3 morti in 24 ore: è il minimo storico dall’inizio dell’emergenza coronavirus. Non succedeva dallo scorso febbraio. Nessun decesso in Lombardia. Mondo. In Usa altri 63mila nuovi casi e 574 morti: stando ai dati della Johns Hopkins University, i decessi negli States hanno superato quota 140mila.

18 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi.

17 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi.

16 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi.

15 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi.

14 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi.

13 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi.

12 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun positivo al covid nella giornata di oggi. 4 i pazienti guariti. Italia. Sono 13 i morti in Italia per Coronavirus nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto ai 9 decessi registrati ieri. Secondo i dati forniti dal ministero della Salute, sale così a 34.967 il bilancio delle vittime dall’inizio dell’emergenza. In calo, invece, i nuovi contagi: sono 169 in più rispetto a ieri, per un totale di 243.230 casi.

12 luglio 2020 ore 16.30 – Molise. Un paziente di fuori regione attualmente positivo e ricoverato in malattie infettive. Italia. Sono 234 i nuovi casi di coronavirus in Italia e nove morti nelle ultime 24 ore

11 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Una donna di Napoli a Isernia per un intervento chirurgico è stata trovata positiva al virus. La 80enne, asintomatica, si trova nell’area grigia. Sanificati pronto soccorso e radiologia. Italia. 7 morti e 188 nuovi contagi, 67 di questi sono in Lombardia. Pesano i numeri dei focolai, in 5 Regioni l’indice RT torna sopra 1

10 luglio 2020 ore 17.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi. Italia. 276 contagi e 12 morti in 24 ore

9 luglio 2020 ore 17.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi. Italia. si contano 229 nuovi contagi in più e 12 morti. Il numero totale dei positivi, da inizio pandemia, è salito a 242.363, il numero complessivo dei deceduti è 34.926. In Italia contagi in risalita mentre aumentano i timori per i casi ‘importati’. 165 bengalesi sono stati respinti negli aeroporti di Fiumicino e Malpensa.

8 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi. Italia. Aumentano i morti da Coronavirus, il bollettino di mercoledì 8 luglio parla di 15 decessi e 193 nuovi contagi su 50.443 tamponi effettuati.

7 luglio 2020 ore 17.30 – Molise. Nessun nuovo caso nella giornata di oggi e un paziente guarito del cluster Rom di Termoli. Italia. 138 nuovi casi e 30 morti nelle ultime 24 ore. I decessi totali sono 34.899. I guariti, in totale, sono 192.815

6 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi e scendono gli attuali positivi. Italia. 208 nuovi casi (ieri 192) e 8 morti (ieri 7) in 24 ore. Calano i pazienti in terapia intensiva (72, -2 rispetto a ieri) ma crescono gli attualmente positivi (+67, in totale 14.709). Dieci regioni ad aumento zero, in Lombardia 111 nuovi contagi registrati e 3 decessi.

5 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi. Italia. Sono sette le vittime di Covid in più di ieri e i morti salgono complessivamente a 34.861. E’ quanto emerge dai dati aggiornati pubblicati sul sito del ministero della Salute. I casi totali sono 241.611, con un incremento di 192 rispetto a ieri. Sono 21 in più, rispetto a ieri, i positivi attuali al coronavirus. In lieve aumento i ricoveri e le persone in terapia intensiva: i ricoverati con sintomi sono 945 (cinque in più di ieri) e i ricoverati in terapia intensiva sono 74 (tre in più di ieri).

4 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi. Italia.  235 nuovi casi di contagio e 21 morti nelle ultime 24 ore; sono 477 i nuovi guariti/dimessi, 263 persone in meno tra gli attualmente positivi. Il Presidente del Consiglio Conte invita a tenere alta la guardia sui contagi da coronavirus, ma aggiunge: “Non bisogna vivere nel terrore”.

3 luglio 2020 ore 17.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi. Italia. Sono 223 i casi di coronavirus in Italia il 3 luglio, con 15 morti. Questi i dati del bollettino del ministero della Salute.

2 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Anche nella giornata nessun nuovo contagio al virus. Italia. Sono 201 i nuovi casi di coronavirus in Italia il 2 luglio, 30 i morti nelle ultime 24 ore secondo i dati del bollettino diffuso dal ministero della Salute.

1 luglio 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio si è registrato nella giornata di oggi. Italia. 183 nuovi contagi e 21 morti nell’ultimo bollettino.

30 giugno 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi. Italia. Sono 142 i nuovi casi di coronavirus in Italia secondo il bollettino diffuso dal ministero. Ventitre i morti nelle ultime 24 ore.

29 giugno 2020 ore 18.00 – Molise. Nessun nuovo contagio, un paziente guarito di Termoli. Italia. Sono 126 i nuovi casi di coronavirus in Italia secondo il bollettino diffuso dal ministero. Sei i morti nelle ultime 24 ore, un nuovo minimo dal primo marzo.

28 giugno 2020 ore 17.30 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi. Italia. 174 nuovi casi (ieri 175), 22 i morti (ieri 8), stabili le terapie intensive (+1 rispetto a ieri). Quattordici regioni non hanno registrato alcuna vittima. Mondo. Crescono i contagi nel mondo: ora sono oltre 10 milioni, secondo il monitoraggio della John Hopkins University. Allarme in Brasile, India e Usa.

27 giugno 2020 ore 18.30 – Molise. Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi. 32 i soggetti in isolamento e 160 i tamponi processati. In Italia. Contagi in calo e morti al minimo dal primo marzo. In Lombardia 77 positivi e due vittime. A Fiumicino drive in per i tamponi e sigilli a un bistrot e a un bar. Il sindaco: “Nessun contagio tra i clienti”, ma otto ammalati tra dipendenti e loro conviventi. Ancora alta la tensione Mondragone, in Campania. Ventisette nuovi casi nel focolaio relativo al magazzino logistico della Bartolini: si valuta la chiusura. Mondo. Negli Stati Uniti nuovo record: oltre 40mila casi.

26 giugno 2020 ore 18.30 – Nella giornata di oggi si registrano 9 pazienti guariti: uno di Campomarino, 9 del cluster Rom e uno di Cercemaggiore.

25 giugno 2020 ore 18.30 – Un nuovo contagio al virus a Monacilioni e 9 pazienti guariti.

24 giugno 2020 ore 18.30 – Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi, 2 i pazienti guariti del cluster rom. 216 i tamponi processati.

23 giugno 2020 ore 18.15 – Nessun nuovo caso di soggetto positivo al virus. Un paziente dimesso da malattie infettive e 359 tamponi processati.

22 giugno 2020 ore 18.00 – Nessun nuovo caso di soggetti positivi al virus e nessun paziente guarito.

21 giugno 2020 ore 17.20 – 2 nuovi soggetti positivi a Isernia (fuori regione) e 1 paziente positivo di Riccia ricoverato in malattie infettive con frattura femore. 96 i tamponi processati.

20 giugno 2020 ore 18.00 – Nessun nuovo contagio nella giornata di oggi. 11 pazienti guariti del cluster Rom e 2 di Portocannone.

19 giugno 2020 ore 18.00 – Nella giornata di oggi sono stati processati 237 tamponi e nessun nuovo contagio.

18 giugno 2020 ore 18.30 – Un paziente di 70 anni trovato positivo al virus. È residente a Campomarino, dove la famiglia è stata posta in quarantena. Oggi i 202 tamponi processati hanno rilevato quest’unico caso di infezione. Per il resto ci sono altre 11 guarigioni, ben 9 a Termoli che è quasi virus-free

17 giugno 2020 ore 18.15 – Nessun nuovo contagio nella giornata odierna. Due i pazienti guariti, uno di Campobasso e uno di San Martino in Pensilis. 322 i tamponi processati.

16 giugno 2020 ore 18.00 – Italia: 143 sul totale dei nuovi casi è in Lombardia. Nell’ultima giornata sono stati fatti 46.882 tamponi, per un totale di oltre 4,5 milioni (e 2,8 mln di casi testati). Sei le Regioni, oltre alle province di Trento e Bolzano, a nuovi contagi zero. Conte dagli Stati generali: “L’incertezza c’è, non abbiamo visto ancora tutti gli effetti”. Intanto a Pechino si registrano nuovi focolai. In Molise un nuovo contagio a Isernia (rientro estero), un ricovero in malattie infettive e quattro pazienti guariti.

15 giugno 2020 ore 19.00 – Nessun nuovo contagio in Molise oggi 15 giugno. Si registrano 7 guariti.

14 giugno 2020 ore 18.20 – Nessun nuovo contagio in Molise oggi 14 giugno. Si registrano 4 guariti.

13 giugno 2020 ore 18.00 – Il bollettino della Protezione civile: i nuovi casi di positività al coronavirus sono 346 con il totale che sale a 236.651 da inizio epidemia. I decessi in un giorno sono 55 (il totale dei morti arriva così a 34.301). Buono il numero dei guariti che sono 1.780 in un giorno. Gli attuali malati scendono a 27.485. Sono stati effettuati 49.750 tamponi. In Molise non si registra nessun nuovo caso di contagio al virus.

 

12 giugno 2020 ore 18.00 – 24 i pazienti guariti nella giornata di oggi. Il reparto di terapia intensiva del Cardarelli è da ritenersi covid free.

11 giugno 2020 ore 18.00 – Tre i soggetti guariti, di cui 1 di Campobasso, 1 di Castellino del Biferno e 1 di Montaquila. 166 i soggetti in isolamento. Nessun nuovo contagio

10 giugno 2020 ore 18.00 – Un paziente trasferito da terapia intensiva a malattie infettive. Tre i pazienti guariti di cui 1 di Isernia e 2 di Belmonte del Sannio. Nessun nuovo contagio.

9 giugno 2020 ore 18.30 – Si registra un nuovo caso di soggetto positivo al covid (rientro fuori regione).

8 giugno 2020 ore 19.00 – Si registrano 2 nuovi casi di soggetti positivi al covid-19. Uno di Campobasso e uno a Oratino (rientro fuori regione). Un paziente guarito di Belmonte del Sannio.

7 giugno 2020 ore 18.00 – Sono 197 i nuovi casi di contagio (125 solo in Lombardia). I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 49.478. Sei Regioni registrano zero nuovi casi: Campania, Friuli, Sardegna, Calabria, Molise, Basilicata. “Siamo usciti dalla fase acuta ed ora si vive una fase di ‘convivenza’ con il covid”, spiega il viceministro della Salute Sileri, che non vede un “problema Lombardia”.

6 giugno 2020 ore 17.30 – Nessun contagio per la giornata di oggi. Si registra un guarito a Campobasso.

5 giugno 2020 ore 18.40 – Per l’ottava giornata consecutiva nessun nuovo contagio al covid-19 in Molise. 241 i tamponi processati. Risalgono i contagi: l’incremento rispetto a ieri è di 518 casi. In Lombardia i nuovi contagiati sono 402 a fronte di 19 mila tamponi effettuati. Sono 316 i pazienti ricoverati in terapia intensiva in Italia, 22 meno di ieri.

4 giugno 2020 ore 18.30 – Nessun nuovo contagio per la giornata odierna. Si registrano 4 guariti e 1 decesso a Agnone. 307, invece, i tamponi processati.

3 giugno 2020 ore 19.30 – Si registra ancora un trend positivo per il Molise che non vede nessun nuovo caso di contagio al covid-19. Tre i guariti nella giornata di oggi. In Italia solo 353 persone in terapia intensiva per Covid. Zero vittime in 11 Regioni, tra cui il Veneto. Senza contagi 8 regioni e l’Alto Adige. In leggero aumento sia il rapporto tra nuovi positivi e tamponi fatti che quello tra nuovi positivi e persone testate.

2 giugno 2020 ore 18.30 – Secondo i dati forniti dalla Protezione Civile ci sono state 55 vittime in Italia nelle ultime 24 ore. 318 i contagi, con nove regioni che non hanno registrato nuovi casi. I malati totali scendono sotto quota 40mila. Nei reparti di terapia intensiva sono ricoverati attualmente 404 pazienti, 16 in meno rispetto a ieri. Nessun nuovo caso di contagio al covid-19 in Molise.

1 giugno 2020 ore 18.00 – Per il quarto giorno consecutivo nessun nuovo caso di persona positiva al covid-19. Bollettino A 24 ore dalla riapertura delle regioni che scatta mercoldì 3 giugno il bilancio in Molise è positivo. Dal pomeriggio di oggi la app Immuni è disponibile sugli Store e potrà essere scaricata gratuitamente da tutti gli italiani sui propri smartphone. La sperimentazione partirà, sermpre mercoledì, in 4 regioni: Puglia, Abruzzo, Marche e Liguria. Sul fronte delle Regioni, se non dovesse raggiungere un’intesa con il governo sul passaporto sanitario, la Sardegna è pronta ad attivare un altro sistema di controlli che prevede “la registrazione dei passeggeri all’ingresso su una piattaforma e la compilazione di un questionario che serve a noi per avere contezza su dove concentrare i maggiori controlli”, ha detto il governatore Solinas.

31 maggio 2020 ore 17.30 – Nessun nuovo caso di contagio di Coronavirus in Molise. I dati della Protezione Civile nazionale.

30 maggio 2020 ore 18.00 – In totale i casi in Italia sono 232.664 così suddivisi come emerge dalla tabella fornita dalla Protezione Civile (Molise: 436). Oggi per la prima volta sono 11 le regioni senza nemmeno una vittima: si tratta di Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sardegna. E si registra una sola vittima nelle Marche e una in Sicilia.

29 maggio 2020 ore 18.00 – Per la giornata odierna non si registra alcun caso positivo al covid-19. 9 i soggetti guariti: 3 di Campobasso, 3 Montagano e 3 di Baranello. Oggi inoltre saranno diffuse le “pagelle” delle Regioni sulla situazione Coronavirus, quelle che in sostanza decidono la riapertura dei confini. Il monitoraggio condotto da Ministero della Salute e Iss relativo al periodo delle ulteriori riaperture delle attività commerciali dal 18 maggio tiene conto di 21 indicatori, tra cui l’indice di contagiosità R0, ma anche parametri di tenuta del sistema sanitario, a partire dalle terapie intensive.

28 maggio 2020 ore 18.30 – Un primo caso di contagio al covid-19 a Gambatesa, due i guariti: 1 a Campobasso e 1 a Cercemaggiore.

27 maggio 2020 ore 18.30 – Nella giornata di oggi si registra un nuovo soggetto positivo al virus del noto cluster Rom. Quattro i guariti: 1 a Campobasso e 3 a Cercemaggiore. 218 i tamponi processati.

26 maggio 2020ore 18.00- Nella giornata di oggi 2 nuovi contagi entrambi del cluster di Campobasso arrivando così a 95 persone positive.

25 maggio 2020 ore 18.30 – Tre i pazienti guariti nella giornata di oggi: 2 di Agnone e 1 di Isernia. Si registra inoltre un dimesso da malattie infettive.

24 maggio 2020 ore 17.30 – Nessun nuovo contagio oggi 24 maggio. Buone notizie: 5 guariti di cui 2 di Campobasso, 2 di Belmonte del Sannio e 1 di Poggio Sannita.

Bollettino Protezione Civile nazionale 24 maggio 2020

23 maggio 2020 ore 19.00 – 199 tamponi processati (in totale il numero delle persone attualmente positive scende a 183). Una la persona risultata positiva al virus, un nuovo ricovero a Malattie Infettive. Si registrano inoltre altri 5 pazienti guariti: tre di Campobasso, uno di Termoli e un altro di Montenero di Bisaccia.

22 maggio 2020 ore 17.00 – Si registrano nella giornata di oggi cinque nuovi casi di persone positive al virus: 1 di Campobasso, appartenente al cluster rom, 1 di Campobasso, cluster noto, 1 di Campobasso rientrato da fuori regione e risultato positivo anche al tampone dopo aver effettuato il sierologico, 1 di Portocannone, cluster noto, e 1 Montaquila, cittadino rientrato da fuori regione. Stabili i ricoverati, 8 in malattie infettive e 2 in terapia intensiva.

20 maggio 2020 ore 18.00 – Un positivo riscontrato nella giornata di oggi (persona rientrata a Campobasso a cui è stato fatto prima il sierologico (positivo igm) e successivamente confermato da tampone). Casi attualmente positivi al covid risultano essere 199, 7 ricoverati in malattie infettive e 2 in terapia intensiva. Soggetti in isolamento 343.

19 maggio 2020 ore 18.00 – La situazione secondo i dati forniti dall’ASReM è la seguente: i positivi al tampone da Coronavirus sono 422, casi attualmente positivi sono 206, 2 in terapia intensiva, 8 nel reparto di malattie infettive, 225 in isolamento. Attualmente ci sono 174 guariti e 22 deceduti.  Sono stati eseguiti 11517 tamponi. Su 195 tamponi processati, non sono state riscontrate positività. Dunque il Molise torna a contagi zero dopo più di 10 giorni di crescita esponenziale. Si registrano, invece, 10 nuovi guariti con doppio tampone negativo: 5 di Campobasso, 2 Termoli, 1 San Giovanni in Galdo, 1 Castropignano e 1 di Larino. Stabili i ricoverati, 9 in malattie infettive e 2 in terapia intensiva.

18 maggio 2020 ore 18.00 – Si registra un nuovo caso a San Martino in Pensilis, ma risulta essere paziente noto in quanto già ricoverato in altra regione. Dunque attualmente positivi al virus risultano essere 215 persone. Sono in isolamento 401 persone e 4 casi sono “sorvegliati speciali”. 9 sono le persone nel reparto di malattie infettive e 2 in terapia intensiva. Questo il Report dell’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane con indicazione delle date plausibili della fine di nuovi casi di positività al coronavirus.

new-CS-COVID-19-Osservatorio-maggio-rev-2

17 maggio 2020 ore 18.00 – Nella giornata di oggi si registrano nuovi 10 casi di persone positive al covid-19 di cui 9 a Termoli riconducibili a un cluster Rom precedente a quello di Campobasso che in data odierna ha un nuovo caso di positività al virus. 11 le persone in malattie infettive e 2 in terapia intensiva.

16 maggio 2020 ore 18.00 – Sono risultati 2 nuovi casi di soggetti positivi al covid-19, uno di Termoli e uno Guglionesi. Tre invece i ricoveri in malattia infettiva: 2 del cluster di Campobasso Rom e uno di Termoli. Soggetti in isolamenti salgono a 418 e casi attualmente positivi sono 216.

15 maggio 2020 ore 18.00 – Sono 409 gli attualmente positivi al covid-19. Più due soggetti positivi al virus del cluster Rom che così sale a 90.

15 maggio 2020 ore 12.00 – Il sindaco di Petrella Tifernina, Alessandro Amoroso, annuncia un nuovo caso di contagio al virus nella comunità: “Questo episodio deve far riflettere e rafforzare il buon senso”.

Appello del sindaco di Petrella Tifernina, Alessandro Amoroso, dopo un nuovo caso di contagio al virus registrato nella comunità: “Questo episodio deve far riflettere e rafforzare il buon senso”.

Gepostet von Officina dei Giornalisti am Freitag, 15. Mai 2020

 

15 maggio 2020 ore 11.00 – 150 i tamponi processati dove si registrano 4 nuovi positivi: 2 di Campobasso, uno riguarda una persona rientrata da fuori regione, e uno appartenente al cluster Rom, 2 di Portocannone. Ci sono anche 5 guariti: 1 di Campobasso, 1 di Termoli e 3 di Baranello. Attualmente positivi sono 227, 407 i totali da inizio emergenza su 10281 tamponi processati.

14 maggio 2020 ore 18.00 – Nel pomeriggio sono stati processati 79 tamponi e non si registra nessun positivo. In totale, oggi, sono stati 235 i tamponi effettuati e due i positivi. Sono 228 le persone attualmente positive, 9 quelle ricoverate in malattie infettive e 2 in terapia intensiva. 217 gli asintomatici a domicilio, 130 i guariti e 22 le persone decedute. 437 i soggetti in isolamento e 6 quello in sorveglianza. Cluster Rom ha attualmente 87 positivi. Una persona è stata trasferita da malattie infettive a terapia intensiva.

14 maggio 2020 ore 11.00 – Aggiornamento dell’ASReM: 229 casi attualmente positivi, due nuovi casi di contagio al covid.19: 1 del cluster rom e un cittadino di Campobasso.

13 maggio 2020 ore 19.00 – Sono stati 248 i tamponi processati oggi, in totale si sale dunque a 288. Nel pomeriggio altre 6 persone sono risultate positive: si tratta di 3 rom, 1 persona di Campobasso, 2 di Termoli. Restano 22 le persone decedute. 423 quelle invece in isolamento.

13 maggio 2020 ore 16.00 – Sono 498 le persone rientrate in Molise negli ultimi giorni e che si sono segnalate all’Asrem. Di queste 281 sono state sottoposte a test sierologico: sono stati riscontrati 10 positivi, 9 igc (infezione passata) e 1 igm (infezione recente). Proseguono i controlli.

13 maggio 2020 ore 11.00 – 5 nuovi casi di positività al covid-19 su 40 tamponi processati in mattinata. Il nuovo cluster, a Campobasso, vede così 82 nuovi contagi.

12 maggio 2020 ore 18.00 – Nel pomeriggio sono stati processati 102 tamponi di cui 6 risultati positivi. Di questi 4 appartengono alla comunità Rom, 1 alla scuola Allievi Carabinieri e 1 riguarda un operatore del Gemelli Molise. Oggi processarti in totale 317 tamponi di cui 7 positivi. Il cluster Rom si allarga e conta al momento 77 persone. Sale anche il cluster della Scuola Carabinieri che conta ora 4 positivi.

12 maggio 2020 ore 11.00 – Aumentano i ricoveri in malattia infettive dove sono stati trasferiti 2 rom sempre di Campobasso e il paziente di Portocannone è stato trasferito da malattie infettive a Terapia intensiva. I casi attualmente positivi sono 230, su 384 tamponi positivi totali e 9122 tamponi negativi per un totale di 9506 tamponi processati.

11 maggio 2020 ore 18.00 – Alle ore 18.00 si registrano +13 casi nella Regione Molise di soggetti positivi al Coronavirus per un totale di 383 casi totali positivi.

11 maggio 2020 ore 13.00 – Oggi, alle 12.oo, l’ASReM ha diramato l’abituale bollettino in cui si registrano altri 13 nuovi casi positivi al coronavirus. Ed è proprio questo aumento – 72 casi in quattro giorni – ad allarmare i cittadini campobassani. Sono 383 i casi positivi (307 nella provincia di Campobasso, 57 in quella di Isernia e 20 di altre regioni); 9247 i tamponi eseguiti di cui 8864 negativi. All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 11: di questi 11 sono in Malattie Infettive (8 della provincia di Campobasso, 3 di quella di Isernia), 0 in Terapia Intensiva.

10 maggio 2020 ore 17.50 – Confermati 370 casi positivi. Oggi, dunque, +23 casi.

10 maggio 2020 ore 13.00 – Sono 217 i casi attualmente positivi (+10) mente 370 i tamponi positivi (294 nella provincia di Campobasso, 57 in quella di Isernia e 19 di altre regioni) dall’inizio dell’emergenza sui 9008 i tamponi eseguiti (8638 negativi). All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 9: di questi 9 sono in Malattie Infettive (7 della provincia di Campobasso, 2 di quella di Isernia), nessuno è in Terapia Intensiva.

Sono 208 i pazienti in isolamento domiciliare (172 in provincia di Campobasso, 31 in quella di Isernia e 5 in altre regioni), 22 i dimessi dalla struttura ospedaliera in quanto asintomatici e clinicamente guariti (21 provincia Campobasso, 1 provincia Isernia),  108 i pazienti dichiarati ufficialmente guariti (71 della provincia di Campobasso, 16 di quella di Isernia e 12 di altre regioni). Sono 22 i pazienti deceduti.

9 maggio 2020  ore 18.30 – Ulteriore aumento dei contagi con nuovi 20 casi dopo i 22 di ieri dopo il primo bollettino ufficiale sui 167 tamponi. Nel pomeriggio ulteriore crescita dei positivi su Campobasso +13 sui successivi 113 tamponi. Il numero totale attualmente dei contagiati al coronavirus è di 347.

9 maggio 2020 ore 11.00 – Sono i 203 i casi attualmente positivi (+20) mentre 347 i tamponi positivi (271 nella provincia di Campobasso, 57 in quella di Isernia e 19 di altre regioni) dall’inizio dell’emergenza sui 8522 i tamponi eseguiti (8175 negativi). All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 8: di questi 8 sono in Malattie Infettive (6 della provincia di Campobasso, 2 di quella di Isernia), nessuno è in Terapia Intensiva.

8 maggio 2020 ore 11.00 – Riscontrati 22 nuovi casi (21 da una comunità rom a Campobasso), 1 nuovo a Campomarino. Nessuno è in Terapia Intensiva.

7 maggio 2020 ore 19.00 – 305 i tamponi positivi (229 nella provincia di Campobasso, 57 in quella di Isernia e 19 di altre regioni) dall’inizio dell’emergenza sui 8033 i tamponi eseguiti (7728 negativi). All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 6: di questi 6 sono in Malattie Infettive (4 della provincia di Campobasso, 2 di quella di Isernia), nessuno è in Terapia Intensiva.

6 maggio 2020 ore 19.00 – 304 i tamponi positivi (228 nella provincia di Campobasso, 57 in quella di Isernia e 19 di altre regioni) dall’inizio dell’emergenza sui 7604 i tamponi eseguiti (7300 negativi). Oggi dunque sono stati effettuati 100 nuovi tamponi. All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 9: di questi 9 sono in Malattie Infettive (5 della provincia di Campobasso, 4 di quella di Isernia), nessuno è in Terapia Intensiva.

5 maggio 2020 ore 19.00 – Sono i 176 i casi attualmente positivi (-1) mente 301 i tamponi positivi (226 nella provincia di Campobasso, 56 in quella di Isernia e 19 di altre regioni) dall’inizio dell’emergenza sui 7353 i tamponi eseguiti (7052 negativi). Oggi dunque sono stati effettuati 100 nuovi tamponi. All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 9: di questi 9 sono in Malattie Infettive (5 della provincia di Campobasso, 4 di quella di Isernia), nessuno è in Terapia Intensiva.

4 maggio 2020 ore 19.00 – Sono 301 sono i tamponi positivi (226 nella provincia di Campobasso, 56 in quella di Isernia e 19 di altre regioni) dall’inizio dell’emergenza sui 7252 i tamponi eseguiti (6951 negativi). All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 10: di questi 9 sono in Malattie Infettive (5 della provincia di Campobasso, 4 di quella di Isernia), 1 è in Terapia Intensiva (1 della provincia di Isernia).

3 maggio 2020 ore 18.00 – Sono 301 sono i tamponi positivi (226 nella provincia di Campobasso, 56 in quella di Isernia e 19 di altre regioni) dall’inizio dell’emergenza sui 7057 i tamponi eseguiti (6756 negativi). All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 9: di questi 8 sono in Malattie Infettive (5 della provincia di Campobasso, 4 di quella di Isernia), 1 sono in Terapia Intensiva (1 della provincia di Isernia). Al Neuromed di Pozzili non troviamo pazienti. Salgono a 22 i decessi per coronavirus (16 della provincia di Campobasso, 4 di quella di Isernia e 2 di altra regione).

2 maggio 2020 ore 18.00 – Effettuati 301 nuovi tamponi. Risultano 182 i casi attualmente positivi. Sono 301 sono i tamponi positivi (226 nella provincia di Campobasso, 56 in quella di Isernia e 19 di altre regioni) dall’inizio dell’emergenza sui 6808 i tamponi eseguiti (6507 negativi). All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 10: di questi 9 sono in Malattie Infettive (6 della provincia di Campobasso, 4 di quella di Isernia), 1 sono in Terapia Intensiva (1 della provincia di Isernia). Al Neuromed di Pozzili non troviamo pazienti. 21 i pazienti deceduti con Coronavirus (16 della provincia di Campobasso, 3 di quella di Isernia e 2 di altra regione).

1 maggio 2020 ore 18.00 – Risultano 183 i casi attualmente positivi. Sono 300 sono i tamponi positivi (226 nella provincia di Campobasso, 56 in quella di Isernia e 18 di altre regioni) dall’inizio dell’emergenza sui 6594 i tamponi eseguiti (6294 negativi). All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 11: di questi 10 sono in Malattie Infettive (6 della provincia di Campobasso, 4 di quella di Isernia), 1 sono in Terapia Intensiva (1 della provincia di Isernia). Al Neuromed di Pozzili non troviamo pazienti. Sono 21 i pazienti deceduti con Coronavirus (16 della provincia di Campobasso, 3 di quella di Isernia e 2 di altra regione).

30 aprile 2020 ore 18.00 – Fermi a 298 sono i tamponi positivi e 21 i pazienti deceduti.

29 aprile 2020 ore 18.00 – Sono 298 sono i tamponi positivi (224 nella provincia di Campobasso, 56 in quella di Isernia e 18 di altre regioni) dall’inizio dell’emergenza sui 5973 i tamponi eseguiti (5675 negativi). All’ospedale Cardarelli di Campobasso i ricoverati sono 11: di questi 10 sono in Malattie Infettive (6 della provincia di Campobasso, 4 di quella di Isernia), 1 sono in Terapia Intensiva (1 della provincia di Isernia). Al Neuromed di Pozzili troviamo 7 pazienti, 4 molisani (2 della provincia di Campobasso, 2 di quella di Isernia) e 3 da altre regioni. Sono 21 i pazienti deceduti con Coronavirus (16 della provincia di Campobasso, 3 di quella di Isernia e 2 di altra regione).

28 aprile 2020 ore 18.00 – La situazione secondo i dati forniti dall’ASReM è la seguente: i positivi al tampone da Coronavirus sono 297. Sono 21 i pazienti deceduti con Coronavirus (16 della provincia di Campobasso, 3 di quella di Isernia e 2 di altra regione).

27 aprile 2020 ore 12.00 – La situazione secondo i dati forniti dall’ASReM è la seguente: i positivi al tampone da Coronavirus sono 296, 1 in terapia intensiva, 13 nel reparto di malattie infettive, 204 in isolamento. Attualmente ci sono 50 guariti e 21 deceduti.  Sono stati eseguiti 5423 tamponi. Nessun nuovo positivo in Molise.

26 aprile 2020 ore 12.00 – La situazione secondo i dati forniti dall’ASReM è la seguente: i positivi al tampone da Coronavirus sono 296, 1 in terapia intensiva, 13 nel reparto di malattie infettive, 204 in isolamento. Attualmente ci sono 50 guariti e 21 deceduti.  Sono stati eseguiti 5334 tamponi. Si registrano 4 nuovi contagi, a Campobasso, attualmente ricoverato nel reparto di malattie infettive. Gli altri tre positivi sono di Campochiaro e 2 a Isernia. 3 le persone guarite: 1 di Campobasso, una di Montenero e una di Campochiaro.

25 aprile 2020 ore 19.00 – Il numero totale dei contagi è di 292 e 21 decessi.

 

Leggi il report dell’andamento epidemiologico del Covid-19 in Molise a cura di Antonio Cardillo

25 aprile 2020 ore 11.00 – Deceduta una 90enne presso la casa di riposo Cercemaggiore. La donna era positiva asintomatica e non aveva sviluppato i segni classici della malattia e per questo non era stato ricoverato presso il Cardarelli di Campobasso. Il totale dei decessi sale dunque a 21 casi totali. Intanto sono aumentati anche i positivi, 3 in totale che fanno parte dei cluster già noti di Campobasso, Termoli e Montenero di Bisaccia. Il numero totale dei tamponi effettuati in queste ultime ore è di 295.

24 aprile 2020 ore 17.45 – Si confermano i dati diramati in mattinata con 287 casi positivi al tampone da Coronavirus e 20 decessi.

24 aprile 2020 0re 12.00 – Positivi al tampone da Coronavirus sono 287, dimesso l’unico paziente ricoverato in terapia intensiva, 12 nel reparto di malattie infettive, 206 in isolamento. Altra vittima del Covid19 è Tonino Bussone, 80enne di Campobasso, noto per essere stato lo storico fondatore della Polisportiva Molise.

23 aprile 2020 ore 18.00 – Sono 285 i positivi totali da covid-19. Registrata la 20esima vittima da Covid-19 in regione, si tratta di un paziente di 60 anni di Campobasso che era ricoverato in Terapia Intensiva presso il Cardarelli. I guariti sono 2, un operatore Gea medica e un ospite della casa di riposo di Cercemaggiore. Intanto sono 199 i casi attualmente positivi. I ricoverati passano a 14, 13 in Malattie Infettive e 1 in Terapia Intensiva. Sino ad oggi sono stati processati 4478 tamponi.

22 aprile 2020 ore 18.00 – Sono 284 i positivi totali e 9 i guariti secondo il bollettino diramato dall’Asrem. Dalla serata di ieri sono stati 155 i tamponi effettuati dai quali è emerso un nuovo positivo e si è verificato anche un nuovo caso di morte. Sono 9 le persone guarite con doppio tampone, 3 sono di Termoli, 1 di Campobasso, 1 di Ururi, 1 Roccamandolfi, 1 Petrella Tifernina, 1 Isernia, 1 San Nicandro in provincia di Foggia. La persona deceduta, invece, è un cittadino non italiano operato a Pescara per problemi neoplastici ed arrivato nel pomeriggio di ieri al pronto soccorso di Termoli dove è purtroppo deceduto.

21 aprile 2020 ore 18.00 – Sale a 283 il numero dei positivi in Molise, 18 i deceduti.

20 aprile 2020 ore 18.00 – Il numero dei positivi totali è di 282 e 18 i decessi.

19 aprile 2020 ore 20.00 Altra vittima a causa del covid, un 60enne di Campomarino. È la vittima numero 18 dall’inizio dell’emergenza. L’uomo era il paziente 1 del centro bassomolisano e da settimane era ricoverato in terapia intensiva in gravi condizioni.

19 aprile 2020 ore 19.30 – La situazione emergenza covid-19 vede nelle ultime ore due nuovi casi di contagiati salendo così a 281 e un nuovo decesso.

19 aprile 2020 ore 12.00 – La situazione secondo i dati forniti dall’ASReM è la seguente: i positivi al tampone da Coronavirus sono 279, di questi 4 ricoverati in terapia intensiva, 20 nel reparto di malattie infettive, 212 in isolamento. Attualmente ci sono  48 guariti e 16 deceduti. Sono stati eseguiti 3482 tamponi.

18 aprile 2020 ore 18.30 – La situazione secondo i dati forniti dall’ASReM è la seguente: i positivi al test Coronavirus salgono a 279, di questi 4 ricoverati in terapia intensiva, 20 nel reparto di malattie infettive, 205 in isolamento. Attualmente ci sono  47 guariti e 16 deceduti. Sono stati eseguiti 3309 tamponi.

17 aprile 2020 ore 18.00 – Le ultime sul Coronavirus di venerdì 17 aprile in Italia: con le statistiche e i dati sui contagi da Covid-19. 168.491 il numero di casi in Italia, di cui 22.170 morti e 40.164 guariti. 127 sono i medici deceduti nel nostro Paese, 10 invece i farmacisti.

17 aprile 2020 ore 13.30 – Sale a 269 il numero dei contagi. Sono stati riscontrati tre nuovi casi a Cercemaggiore.

17 aprile 2020 ore 12.00 – Sale a 266 il numero dei contagi.

16 aprile 2020 ore 18.00 – Fermi a 263 i casi di contagio da covid e 16 i decessi.

15 aprile 2020 ore 18.00 – Salgono a 263 i casi di contagio da covid e 16 i decessi.

14 aprile 2020 ore 18.00 – Situazione come nella giornata di ieri, 13 aprile. Nessun nuovo caso di contagio da covid è stato registrato.

13 aprile 2020 ore 17.00 – Situazione stabile a 257 positivi, di questi 4 ricoverati in terapia intensiva, 21 nel reparto di malattie infettive, 195 in isolamento. Fermi a 15 i decessi.

12 aprile 2020 ore 18.00 – Sale a 257 il numero dei positivi, deceduto un altro paziente per un totale di 15.

11 aprile 2020 ore 18.00 – Ancora una vittima in Molise, la 14 esima dall’inizio dell’emergenza Coronavirus. È una donna di 96 anni deceduta all’ospedale ‘Cardarelli’ di Campobasso, ospite fino a qualche giorno fa della Casa di riposo di Agnone (Isernia), successivamente trasferita insieme ad altri anziani contagiati dal virus all’ospedale all’ospedale ‘Ss. Rosario’ di Venafro (Isernia). Preoccupano anche le condizioni di un’altra anziana in osservazione presso il reparto di malattie infettive del nosocomio di Campobasso, centro Hub per il trattamento del Covid-19.

10 aprile 2020 ore 18.00 – 243 i casi di contagio coronavirus, il numero dei decessi resta fermo a 13.

9 aprile 2020 ore 17.00 – La smentita. “Le notizie apparse sui principali organi di informazione regionale, in alcuni casi palesemente infondate, circa la presenza di casi covid19 nella Casa di Cura Villa Maria di Campobasso, non sono vere. Allo stato attuale nessun sanitario, né tanto meno paziente, risulta contagiato da focolai corona-virus sviluppatisi nell’interno della casa di cura. Peraltro, da circa 3 settimane, la clinica, come da disposizioni delle autorità sanitarie nell’ambito dell’emergenza covid, ha sospeso tutte le attività di degenza ed ha dimesso tutti i pazienti presenti. Inoltre, a tutela degli operatori coinvolti e dell’utenza interessata, ha provveduto a sanificare (prima della riapertura) tutte le aree destinate alla degenza ed agli ambulatori ed ha avviato uno screening clinico-epidemiologico interno – esteso a tutto il personale – basato su questionari anamnestici mirati e ricerca di anticorpi covid19 specifici su plasma. Nell’ambito di tale iniziativa, unica peraltro nello scenario regionale relativamente alla ospedalità pubblica e privata, sono risultati positivi ad anticorpi corona-virus specifici (confermati dal successivo tampone oro-faringeo), allo stato attuale, solo due operatori amministrativi, impegnati in attività non a contatto con il pubblico e prontamente auto-isolatisi in regime di quarantena domiciliare. Quanto sopra per dirvi che mi sono sottoposto a tampone covid19 presso Asrem (con risultato negativo per presenza di virus), sono in buona salute e pronto a rinnovare la mia disponibilità a dare una mano per affrontare questa grave epidemia che sta sconvolgendo le nostre vite. un abbraccio ed una buona Pasqua a tutti voi”. Dott. Carlo Pedicino

9 aprile 2020 ore 12.00 – Salgono a 232 i contagi da coronavirus. Tre casi imputabili alla struttura Villa Maria di Campobasso. La struttura è chiusa al pubblico e si sta cercando di ricostruire in queste ore la catena dei contatti avuti.

8 aprile 2020 0re 20.00 – Il numero dei contagi è a 226 casi.

Come evolve quotidianamente il rapporto tra tamponi effettuati e nuovi contagi rilevati (Fonte Gedi Visual)

7 aprile 2020 ore 20.00 – Nessun contagio nella giornata di oggi. Il numero dei contagi si è arrestato nelle ultime 48 ore fermo così a 224 casi da covid-19.

6 aprile 2020 ore 20. 00 – I numeri restano invariati rispetto alla giornata di ieri. In totale, dunque, il numero dei contagi rimane stabile a 224. Invariato anche il numero dei decessi che resta fermo a 13.

5 aprile 2020 ore 18.35 – Si registrano nuovi incrementi da covid-19: sono 6 i nuovi tamponi positivi rispetto a stamattina, mentre ben 18 in più i contagiati rispetto alla comunicazione di ieri sera (4 aprile). In totale il numero dei contagi sale a 224. Si registra anche un nuovo ricovero al Covid Hospital del Cardarelli. Invariato il numero dei decessi che resta fermo a 13.

5 aprile 2020 ore 14.00 – 216 i positivi al covid 19, mentre sale a 13 il numero totale delle persone morte dall’inizio dell’emergenza Coronavirus. Nelle ultime ore si è registrato il decesso di due pazienti. Si apprende dall’aggiornamento fornito questa mattina dall’Azienda sanitaria regionale (Asrem). Il numero complessivo dei contagiati è 216, i ricoverati in terapia intensiva all’ospedale ‘Cardarelli’ di Campobasso sono 4, 2 in sub intensiva, 22 quelli in malattie infettive, in isolamento domiciliare 144. Fermo a 6 il numero dei guariti.

4 aprile 2020 ore 19.00 – 206 i casi totali di contagio da covid registrati nella giornata di oggi.

4 aprile 2020 ore 15.00 – Primo caso di Covid 19 a Castelpetroso.

4 aprile 2020 ore 14.00 – Il presidente Toma si appresta a firmare una ordinanza per Agnone sul modello di quella varata per Termoli, che obbliga chiunque entri o esca dal comune per comprovati motivi di salute o necessità improrogabili a indossare la mascherina. Prorogate le misure restrittive per i comuni di Venafro e Pozzilli, la cui scadenza iniziale era prevista per il 6 aprile.

4 aprile 2020 ore 11.00 – Confermati 4 casi di contagi covid 19 a Baranello: due operatori del 118, una impiegata di banca e un dipendente dell’Assessorati ai Trasporti della Regione Molise. Il Sindaco, visti i contatti con alcuni soggetti riscontrati positivi, è un autoisolamento così come l’Amministrazione di Baranello. Inoltre, riscontarti 24 positivi nel residence per anziani di Agnone, dove ieri sono stati effettuati tamponi a tutti gli ospiti ricoverati e agli operatori.

3 aprile 2020 ore 20.00 – Il numero dei contagiati in Molise tocca quota 175. I tamponi processati sono 1394, di cui 1219 negativi. Sono 22 i pazienti ricoverati nel reparto di Malattie Infettive del ‘Cardarelli’ di Campobasso, 6 quelli in terapia intensiva, 2 in quella sub intensiva. Il numero delle vittime è 11.

2 aprile 2020 ore 20.00 Aumentano i casi di Covid 19 arrivando a 167 contagi. Sale a 26 il numero dei comuni in cui si registra almeno un caso di positività al Covid19. 

1 aprile 2020 ore 23.00 – Momentaneamente chiuso per sanificazione il Pronto Soccorso di Isernia, dove un medico regolarmente in servizio è risultato positivo al tampone dopo aver appreso che sua madre era risultata affetta da Covid 19. Intanto nella serata un’altra persona residente a Isernia ma appartenente al cluster del Neuromed, asintomatica e già in quarantena, è risultata positiva.I casi positivi salgono a 160, effettuati 1.157 tamponi.

1 aprile 2020 ore 9.00 – Continua il monitoraggio nella zona di Venafro dichiarata zona rossa. Nella serata di ieri è stato trasportato al Cardarelli di Campobasso un uomo con sintomi Covid-19.

31 marzo 2020 ore 20.00 – Aumenta ancora il numero dei positivi al covid-19 in Molise. Otto più di ieri. 144 sono i tamponi positivi: 126 nella provincia di Campobasso, 9 in quella di Isernia e 9 di persone di fuori regione. Aumenta anche il numero dei contagiati a Cercemaggiore, salito a 23.

31 marzo 2020 ore 17.30 – Positivo al test coronavirus un medico del Cardarelli. Oggi si è registrato un decesso che porta a 10 il numero delle vittime per covid-19

30 marzo 2020 ore 20.00 – Positivi al test coronavirus salgono a 136 soggetti più i2 trasferiti da Bergamo. Attualmente ci sono  18 guariti e 9 decessi. Sono stati eseguiti 955 tamponi.

30 marzo 2020 ore 15.50 – Positivi al test coronavirus rimangono a 132 soggetti più i 2 trasferiti da Bergamo. Attualmente ci sono  18 guariti e 9 deceduti. Sono stati eseguiti 953 tamponi. Operatore del 118 risultato positivo al covid-19 si trova in isolamento domiciliare, primo caso a Toro.

29 marzo 2020 ore 20.00 – Positivi al test coronavirus aumentano a 132 soggetti più i 2 trasferiti da Bergamo. Attualmente ci sono  18 guariti e 9 deceduti. Sono stati eseguiti 953 tamponi.

29 marzo 2020 ore 16.00 – Tre nuovi casi a Campobasso e uno a Campomarino.

28 marzo 2020 ore 18.30 – Positivi al test coronavirus 121 soggetti più i 2 trasferiti da Bergamo. Attualmente ci sono  16 guariti e 9 deceduti. Sono stati eseguiti 807 tamponi. Salgono a 14 i nuovi casi di coronavirus censiti dall’Azienda sanitaria regionale in queste ultime ore. I tamponi test che sono stati fatti in questa ultima fase riguardano in larga prevalenza le persone che hanno avuto contatti diretti con i casi di contagio emersi negli ultimi giorni. Il Sindaco di Larino, Giuseppe Puchetti, ha comunicato che tra gli operatori del 118 di Larino non ci sono casi di positività al covid-19.

27 marzo 2020 ore 18.30 – Positivi al test coronavirus 107 soggetti più i 2 trasferiti da Bergamo. Attualmente ci sono 14 guariti e 9 deceduti. Sono stati eseguiti 710 tamponi. Altri 6 casi di persone positive al covid-19. Il numero dei morti sale a 9. Deceduto il paziente di Cercemaggiore che è stata dichiarata da ordinanza di Donato Toma zona rossa.

26 marzo 2020 ore 18.30 – Positivi al test coronavirus 101 soggetti più i 2 trasferiti da Bergamo. Attualmente i numeri vedono 14 guariti e 8 decessi. Sono stati eseguiti 670 tamponi. Questa mattina nuovi contagiati, 9. 7 invece i casi che sono stati riscontrati nella provincia di Campobasso, 2 a Filignano.

Primo caso a Petacciato. Il giovane risultato positivo al Covid-19 è un ragazzo rientrato in regione 10 giorni. È quanto dichiarato dal sindaco di Petacciato Roberto Di Pardo: “Purtroppo anche a Petacciato stamattina è stato registrato il primo caso di Covid-19.Il ragazzo è rientrato in paese da fuori Regione all’incirca dieci giorni fa, del suo rientro ha prontamente informato l’Asrem ed il suo medico curante e, poiché febbricitante, si è messo in isolamento cercando di limitare quanto più possibile i contatti con i propri familiari. Al momento il paziente è ricoverato nel reparto di Infettivologia dell’Ospedale Cardarelli di Campobasso, mentre la sua famiglia è stata posta in isolamento”.

25 marzo 2020 ore 19.00 – Positivi al test coronavirus sono 87 soggetti più i 2 trasferiti da Bergamo. Attualmente 12 sono i dimessi e 8 i decessi. Sono stati eseguiti 580 tamponi. 16 casi di covid-19 ella casa di riposo di Cercemaggiore.

24 marzo 2020 ore 18.30 – Aggiornamento del Presidente della Regione Molise, Donato Toma

23 marzo 2020 ore 15.40 – Il direttore dell’ASReM, Oreste Florenzano, comunica che oggi ci sono stati tre pazienti guariti, certificati dai tamponi risultati negativi. Si trattano di pazienti che erano state ricoverate per Covid-19. Ha affermato sempre Florenzano che le tre persone che sono guarite risultano negative anche ai successivi tamponi fatti dopo la mancanza di sintomi. Sarebbero tutti casi dei primi contagi in Molise di alcune settimane fa, precisamente uno a Montenero di Bisaccia e due a Termoli. Oltre questi tre pazienti un altro è stato trasferito dal reparto di Terapia Intensiva a quella di Malattie Infettive, il paziente ha superato la parte più critica e non utilizza più il ventilatore polmonare come aiuto per respirare.

23 marzo 2020 – Ha riaperto in mattinata la postazione del 118 di Riccia, chiusa in via precauzionale dopo gli eventi registrati in paese nei giorni scorsi. La struttura è stata sanificata e, come ha annunciato il sindaco, Pietro Testa: «è di nuovo operativa per svolgere il consueto servizio di emergenza»

23 marzo 2020 – Il punto della situazione da Oreste Florenzano.

22 marzo 2020 – Il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, ha firmato il nuovo Dpcm su ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 sull’intero territorio nazionale.

22 marzo 2020 –  Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID 19, il ministro della Salute, Roberto Speranza, e la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, hanno emanato, congiuntamente, un’Ordinanza che fa divieto “a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute”.

21 marzo 2020 – Il presidente della Regione Molise, Donato Toma, ha emanato una nuova ordinanza, riguardante i comuni di Pozzilli e Venafro, per ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

21 marzo 2020 – Aggiornamento del Presidente della Regione Molise, Donato Toma.

20 marzo 2020 – Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha emanato, in data odierna, un’Ordinanza avente ad oggetto “ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”.

20 marzo 2020 – Aggiornamento del Presidente della Regione Molise, Donato Toma

20 marzo 2020 – Sono in via di pubblicazione, da parte dell’Asrem, gli atti relativi al reperimento di infermieri e operatori socio-sanitari al fine di far fronte alle esigenze straordinarie ed urgenti derivanti dalla diffusione del COVID-19. Nei giorni scorsi, la stessa Asrem, ha pubblicato due avvisi pubblici per l’assunzione a tempo determinato di dirigenti medici, anche in quiescenza, e per il conferimento di incarichi libero professionali a medici specializzandi. “L’esigenza impellente che in questo momento ha il Servizio sanitario regionale – afferma il presidente Toma – è la ricerca di personale sanitario allo scopo di fronteggiare l’emergenza.  Finora, hanno risposto all’appello sei medici, tra cui uno specializzando e tre professionisti in pensione, cui va il nostro ringraziamento per  la disponibilità mostrata. Ci auguriamo che altri vogliano seguire il loro esempio. Ciò che sta facendo il personale sanitario molisano, nelle sue diverse articolazioni, medici, infermieri, operatori socio-sanitari, farmacisti, volontari, è davvero ammirevole e il Molise non finirà mai di ringraziarli”.

19 marzo 2020 –  Aggiornamento del Presidente della Regione Molise, Donato Toma

18 marzo 2020Aggiornamento del Presidente della Regione Molise, Donato Toma

18 marzo 2020 – Il presidente della Regione Molise, Donato Toma, ha emanato, in data odierna, due ordinanze, riguardanti i comuni di Montenero di Bisaccia e Riccia, aventi ad oggetto ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

18 marzo 2020 – Aggiornamento del Presidente della Regione Molise, Donato Toma.

18 marzo 2020 – Sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 17 marzo 2020, è stato pubblicato il Decreto Legge n. 18 avente ad oggetto: “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

17 marzo 2020 – Questa la situazione alle ore 20.00 di oggi: 5 le persone in Terapia intensiva, di cui 2 pazienti bergamaschi, 6 nel Reparto di Malattie infettive, tutte ricoverate presso il P.O. Cardarelli di Campobasso. Sono 14, invece, le persone in isolamento domiciliare. Complessivamente, i casi positivi sono 23, oltre ai 2 trasferiti da Bergamo.

16 marzo 2020 – Questa la situazione alle ore 19.00 di oggi: 5 le persone in Terapia intensiva, di cui 2 pazienti bergamaschi, 4 nel Reparto di Malattie infettive, tutte ricoverate presso il P.O. Cardarelli di Campobasso. Sono 12, invece, le persone in isolamento domiciliare, mentre c’è da registrare, purtroppo, il decesso di uno dei pazienti che era ricoverato in Terapia intensiva. Complessivamente, i casi positivi sono 19, oltre ai 2 trasferiti da Bergamo.

16 marzo 2020 – Aggiornamento dalla Regione Molise

16 marzo 2020 –  Con Determinazione del direttore del I Dipartimento n.16 del 14/03/2020, al fine di fronteggiare l’emergenza causata dal COVID-19, la Regione Molise ha sospeso i termini (ordinatori e perentori) che scadono nell’attuale fase emergenziale di cui al DPCM 11 marzo 2020 e di sue eventuali estensioni temporali. Tale misura si rivolge a tutti i soggetti beneficiari delle agevolazioni concesse, nonché ai soggetti per i quali sono in corso le fasi istruttorie di valutazione/selezione a seguito di presentazione di candidatura, a valere sui seguenti Programmi comunitari e nazionali di derivazione comunitaria.

14 marzo 2020 ore 17.00 – 3 le persone in terapia intensiva, 4 nel Reparto di Malattie infettive, tutte ricoverate presso il P.O. Cardarelli di Campobasso. Sono 10 le persone in isolamento domiciliare e c’è da registrare un caso di dimissione, sempre dal Cardarelli. Sono 470, invece, le persone rientrate e censite.

14 marzo 2020 – Emanate nuove ordinanze dalla Regione Molise a tutela della cittadinanza.

13 marzo 2020 – Di nuovo al lavoro, questa sera, il Tavolo permanente dell’Unità di crisi regionale (UCR) per il coordinamento e il  monitoraggio delle misure volte a fronteggiare l’emergenza da infezione COVID-19. Le riunioni sono iniziate ieri e si protrarranno, con cadenza quotidiana, nei prossimi giorni.
«Il nostro obiettivo – spiega il presidente Toma – è fare il punto, a fine giornata, su tutto quello che sta accadendo e mettere insieme le informazioni che provengono dai diversi apparati istituzionali impegnati a contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ciò permette di avere un quadro completo della situazione, verificare lo stato di attuazione delle azioni messe in campo e aggiornare, eventualmente, le strategie concordate».

13 marzo 2020 – Aggiornamento Regione Molise

13 marzo 2020 – Presso la Protezione civile regionale, sono stati attivati i seguenti contatti: numero verde 800.120.021 ed email [email protected]

12 marzo 2020 – Presieduto dal presidente Toma, si è riunito, questa mattina a Palazzo Vitale, il Tavolo permanente dell’Unità di crisi regionale (UCR) per il coordinamento e monitoraggio delle misure volte a fronteggiare l’emergenza da infezione COVID-19, istituito con Decreto del presidente della Regione Molise e costituito da: presidente Giunta regionale, sottosegretario Presidenza Giunta regionale, prefetti delle Province di Campobasso e Isernia, commissario ad acta per il Piano di rientro dal debito sanitario, presidenti Province Campobasso e Isernia, presidente Anci Molise, direttore generale Asrem, direttore sanitario Asrem, direttore generale Salute Regione Molise, direttore Dipartimento IV Giunta regionale, dirigente Servizio Protezione civile regionale, presidenti Ordine dei medici di Campobasso e Isernia.
Oltre a fare il punto della situazione, sono stati ipotizzati, a scopo precauzionale, possibili scenari futuri sull’evoluzione della pandemia in Molise e le relative misure da mettere in campo per farsi trovare pronti.
Il presidente Toma, con la condivisione del commissario ad acta Giustini, ha proposto la riapertura degli ospedali di Larino e di Venafro e la rimodulazione del Piano delle assunzioni allo scopo di incrementare, secondo le esigenze della sanità molisana, il personale sanitario. L’Unità di crisi ha approvato entrambe le proposte. Nelle prossime ore, dunque, Toma attiverà le procedure per chiedere la copertura economica al Dipartimento nazionale della Protezione civile. Il Tavolo, inoltre, ha concordato sulle modalità di controllo da parte dei sindaci del rispetto della quarantena e sull’attivazione di un numero verde e di una email dedicata della Protezione civile per ricevere informazioni logistiche non sanitarie.

12 marzo 2020 – Il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, ha firmato il nuovo Dpcm recante ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 sull’intero territorio nazionale.

11 marzo 2020 – Aggiornamento dalla Regione Molise

11 marzo 2020 – Primo caso positivo a Campobasso: si tratta di una persona proveniente da Milano. Sono circa 400 le persone che, nei giorni scorsi, hanno fatto rientro in Molise dalle zone rosse e arancioni del Nord Italia. Per esse la raccomandazione è sempre la stessa: comunicare il loro rientro, laddove non lo avessero ancora fatto, non muoversi assolutamente da casa per tutto il periodo della quarantena, evitare qualsiasi contatto al di fuori della propria abitazione, anche con i parenti più stretti, raccordarsi costantemente con le autorità sanitarie.

9 marzo 2020 – Regione Molise, Asrem, Protezione civile regionale, Prefetture e Ordine dei medici di Campobasso e Isernia sono gli attori del Tavolo permanente di crisi che questa sera, presieduto dal governatore Toma, si è riunito a Palazzo Vitale. È solo il primo di una serie di incontri che si terranno, periodicamente, per fare il punto della situazione sull’emergenza COVID-19 in Molise, riferire al Tavolo le rispettive esperienze e coordinare le azioni da mettere in campo.

9 marzo 2020 –  “Possiamo fare tutti i decreti e le ordinanze possibili ed immaginabili, ma senza un forte patto tra istituzioni e cittadinanza, senza il rispetto scrupoloso delle disposizioni, avremo fallito l’obiettivo”.
Il presidente della Regione Molise, Donato Toma, torna sull’argomento emergenza COVID-19 il giorno dopo la grande fuga dalle nuove zone rosse e l’emanazione della terza ordinanza per il contrasto e il contenimento sul territorio regionale del diffondersi del virus. Usa parole rassicuranti il governatore: “Il numero esiguo di abitanti, l’assenza di focolai originari, i controlli del cluster termolese ci fanno ben sperare in un contenimento del picco”. Proprio nel centro adriatico sono stati effettuati 95 tamponi, in corso di processo. I primi 38, già elaborati, hanno dato tutti esito negativo. Sul piazzale del Veneziale di Isernia, intanto, si sta allestendo una tenda pre-triage. “Nulla di allarmante, si tratta di una misura precauzionale per essere pronti rispetto a ciò che potrebbe accadere e che ci auguriamo non accada”, chiarisce Toma.

Alle ore 11.00 di oggi, secondo il report fornito dall’Asrem, la situazione relativa all’emergenza COVID-19 è la seguente: 14 persone positive, di cui 2 in Terapia intensiva, 5 presso il Reparto di Malattie infettive, 7 in isolamento domiciliare; 247 le persone in isolamento precauzionale, 160 quelle in sorveglianza. Ad oggi, da parte delle persone giunte dalle zone rosse del Nord Italia, sono pervenute 200 segnalazioni, 140 quelle verificate, le restanti in fase di accertamento. Questa mattina, presso Palazzo Vitale, è continuato il confronto con le Strutture private accreditate molisane. ll presidente Toma, il direttore generale della Salute Gallo e il direttore generale dell’Asrem Florenzano hanno incontrato i responsabili di Gemelli Molise e Neuromed. “Anche nella riunione di stamattina, come del resto in quella di sabato  –  spiega il governatore – abbiamo registrato la massima disponibilità degli operatori privati, che ringrazio, ad aumentare la dotazione dei posti letto di Terapia intensiva che, nel Molise e nel resto d’Italia, è l’unico problema serio che potremmo avere laddove si verificasse un aumento esponenziale del contagio”.

8 marzo 2020 –  “Gli esodi massicci che si stanno verificando in queste  ore dalle zone rosse a seguito del  Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020, ci hanno indotto a predisporre una nuova ordinanza, atteso che l’ingresso e la permanenza nel territorio regionale di un elevato numero di persone, potenzialmente a rischio di trasmissione del virus, accrescono in modo esponenziale il rischio di pregiudicare la salute dell’intera popolazione molisana, in considerazione sia dell’indice di vecchiaia della popolazione residente in regione, sia dell’attuale assetto organizzativo delle strutture sanitarie, anche a seguito della temporanea interdizione del presidio ospedaliero di Termoli. Va considerato, inoltre, l’evolversi della situazione epidemiologica, nonché il carattere particolarmente diffusivo del COVID-19 e l’incremento dei casi sul territorio regionale”. A dichiararlo è il presidente della Regione Molise, Donato Toma,  il quale  ha emanato, in data odierna, una terza ordinanza avente ad oggetto “Misure per il contrasto e il contenimento sul territorio regionale del diffondersi del virus COVID-19 ai sensi dell’art. 32 della Legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica”.

8 marzo 2020 –  Con riferimento al DPCM dell’8 marzo 2020, è allo studio una nuova ordinanza con la quale il presidente della Regione Molise emanerà ulteriori disposizioni per prevenire e contenere il contagio.

7 marzo 2020 – Aggiornamento dalla Regione Molise

7 marzo 2020 – Convocato dal presidente della Regione Molise, ha avuto luogo, questa mattina a Palazzo Vitale, un incontro con alcune Strutture private accreditate molisane. Oltre al governatore, erano presenti il direttore generale della Salute, il direttore generale e il direttore sanitario dell’Asrem, i direttori sanitari di Villa Maria, Villa Esther, Gea Medica. “Ringrazio le Strutture private  – ha dichiarato Toma – per la disponibilità da loro offerta allo scopo di fronteggiare l’emergenza covid-19. Abbiamo parlato di eventuali scenari futuri che, qualora dovessero verificarsi, potrebbero richiedere una dotazione maggiore di posti letto. Al momento, la situazione è perfettamente sotto controllo, ma è nostro precipuo dovere preventivare ogni possibile evolversi dell’emergenza epidemiologica da covid-19 e farci trovare pronti”.

6 marzo 2020 – La situazione, alle ore 19.30 di oggi, secondo quanto comunicato dall’Asrem, è la seguente: 14 persone positive, di queste 2 in terapia intensiva, 3 in malattie infettive, 9 presso  abitazioni; 150 in isolamento precauzionale; 144 in sorveglianza. L’Asrem, in via cautelativa e sulla base delle ultime disposizioni nazionali  emanate per una corretta gestione dell’emergenza coronavirus, ha sospeso momentaneamente le attività ambulatoriali, sia istituzionali che in regime di libera professione intramoenia, anche presso il P.O. “Veneziale” di Isernia sino al prossimo 15 marzo. Le prestazioni già programmate sono rinviate a data da destinarsi, ad eccezione di quelle individuate indispensabili dal medico di famiglia e dallo specialista di riferimento.

6 marzo 2020 – Nella giornata di ieri si è proceduto ad effettuare, complessivamente sul territorio di competenza Asrem, n. 72 tamponi di controllo. La maggior parte sono stati effettuati presso il P.O. di Termoli. Nella nottata, e in step successivi, sono stati sviluppati i relativi test. Al momento, ma è ancora in corso l’ultimazione dei test su tutti i tamponi prelevati, sono stati rilevati 5 casi positivi. Di questi, 2 riguardano personale in servizio presso il P.O. di Termoli, 3 altri cittadini sempre della zona di Termoli.
Dei 5 nuovi casi positivi, 4 sono legati al cluster epidemiologico dei turisti rientrati dal Nord Italia ed 1 è relativo ad un cluster epidemiologico proveniente sempre da altra regione. Tutti i pazienti sono in isolamento e, attualmente, non ricoverati a Campobasso. Su Isernia ci sono 4 pazienti in isolamento domiciliare, che non presentano, per ora, sintomi. Le attività del P.O. di Termoli sono, al momento, sospese e resta un contingente ridotto di personale per l’assistenza ai pazienti ricoverati.

5 marzo 2020 – Prosegue l’azione di monitoraggio sul territorio.  La situazione alle ore 20.30 di oggi: 7 persone positive, 149 in isolamento precauzionale a domicilio, 134 in sorveglianza, 39 tamponi in corso.
Intanto, in riscontro alla richiesta di informazione pervenuta dal Ministero della Salute, l’Asrem ha provveduto a comunicare il fabbisogno di medici specialisti, infermieri, operatori socio-sanitari derivante dall’emergenza Covid-19 in Molise.
Questo, nel dettaglio, il fabbisogno di personale: (Medici specialisti) Anestesia e rianimazione 15, Malattie infettive e tropicali 10, Radiologia 10, Medicina d’urgenza 25, Malattie dell’apparato respiratorio 4, Malattie dell’apparato cardiocircolatorio 10, Medicina interna 15; (infermieri) 50; (operatori socio-sanitari) 80.

5 marzo 2020 – Aggiornamento dalla Regione Molise 

4 marzo 2020 –  Continua l’azione di monitoraggio sul territorio. Questa la situazione alle ore 16.30 di oggi: 4 persone positive, 77 in isolamento precauzionale a domicilio, 134  in sorveglianza.
La Regione Molise, sempre in data odierna, ha inviato una nota alle aziende che svolgono Servizio di trasporto pubblico locale, invitandole ad adottare ogni utile accorgimento diretto a contenere la diffusione del Covid-19: sanificazione straordinaria dei mezzi di trasporto, dotazione del personale viaggiante di adeguata protezione e istallazione, a bordo dei mezzi, di appositi dispenser, a disposizione dei viaggiatori, contenenti prodotti igienizzanti adatti a prevenire la diffusione del virus.
Per quanto attiene le corse scolastiche, si ricorda che in caso di provvedimento di chiusura delle scuole, le stesse dovranno essere immediatamente sospese; per contro, in caso di chiusura degli stabilimenti industriali, la sospensione delle corse è subordinata ad apposita disposizione del Servizio Mobilità che valuterà, di volta in volta, i provvedimenti più consoni da adottare.

3 marzo 2020 – “In aggiunta al controllo capillare e costante  messo in campo già da settimane, abbiamo deciso di lanciare, in queste ore, un’ulteriore campagna su web e social di sensibilizzazione alle corrette misure per prevenire il contagio da nuovo Coronavirus, in linea con quanto diffuso dal Ministero della Salute. Tutto il nostro sistema sta funzionando in maniera encomiabile: siamo stati tra i primi in Italia a recepire le Direttive ministeriali, abbiamo informato costantemente i cittadini e tutta la macchina sanitaria ha risposto senza esitazione. Per questo il mio personale ringraziamento va al personale sanitario, alle Forze dell’ordine, alla Protezione civile e a quanti, in queste ore, sono all’opera affinché la popolazione sia protetta e informata”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Molise, presentando la campagna social “Come si previene il coronavirus”, diffusa in queste ore dal sito internet e dagli account social ufficiali della Regione Molise.

2 marzo 2020 –  Alle ore 12.30 di oggi, per il tramite del Servizio 118, è stata ricoverata, nel Reparto di Malattie Infettive del P.O. Cardarelli di Campobasso, un paziente di sesso femminile, classe 1959. La stessa riferiva di avere sintomi febbrili e tosse da circa 4 giorni. Si è proceduto all’effettuazione del tampone e del  test di verifica e, alle ore 17,00, il Laboratorio analisi ha riscontrato la positività al COVID -19. Immediatamente, si è proceduto all’attivazione del Protocollo di invio dei campioni per il test di conferma all’Istituto Spallanzani di Roma. Contestualmente, si sono attivate le procedure di sorveglianza sui contatti stretti della paziente. Attualmente, la paziente è in buone condizioni di salute e non presenta criticità.

1 marzo 2020 –  Continua l’azione di monitoraggio sul territorio. Al momento, domenica 1° marzo 2020, ore 11,30, i tamponi effettuati risultano negativi, 75 sono le persone in isolamento precauzionale a domicilio, 111 quelle in sorveglianza. Considerando la circostanza che l’isolamento precauzionale coinvolge l’intera famiglia, il numero degli interessati è da considerarsi contenuto.

26 febbraio 2020 – Aggiornamento dalla Regione Molise

25 febbraio 2020 –  Il presidente della Regione Molise ha partecipato alla riunione congiunta in videoconferenza fra Governo, presidenti di Regione e staff tecnico del Ministero della Salute allo scopo di coordinare le azioni, da mettere in campo su tutto il territorio nazionale, per fronteggiare l’emergenza Coronavirus Covid-19 e tutelare, nel migliore dei modi, la salute dei cittadini.

24 febbraio 2020 – Nel corso dell’odierna riunione dell’Unità di crisi aziendale, composta dal commissario straordinario e dai responsabili dello staff della Direzione strategica dell’Asrem, si è proceduto, tra l’altro, all’attivazione di una linea  telefonica aziendale dedicata all’emergenza Coronavirus Covid-19, anche al fine di evitare accessi inappropriati al Pronto soccorso. I numeri 0874-313000 e 0874-409000, a cui risponde personale medico, sono operativi dalle 8.00 alle 24.00 e sono dedicati alle segnalazioni e/o alle richieste di informazioni degli utenti di rientro in Molise, che abbiano soggiornato nelle aree a rischio negli ultimi 14 giorni. L’Azienda fa appello al senso di responsabilità della popolazione auspicando un uso consapevole e appropriato della linea dedicata, analogamente a quella del 118,  quest’ultima da utilizzare esclusivamente per le richieste di soccorso sanitario. Si ricorda, comunque, che per ricevere informazioni i cittadini possono rivolgersi anche al Numero verde 1500, attivo 24 ore su 24, istituito dal Ministero della Salute.

22 febbraio 2020 – Su informativa della ASREM, si rende noto che il Ministero della salute ha emanato, in data 21 febbraio 2020, un’ulteriore Ordinanza con la quale  si precisa che: per tutti gli individui che, negli ultimi quattordici giorni, abbiano fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato nelle aree della Cina interessate dall’epidemia, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità; l’Autorità sanitaria territorialmente competente provvederà all’adozione della misura della permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva ovvero, in presenza di condizioni ostative, di misure alternative di efficacia equivalente; vige l’obbligo di comunicare al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria territorialmente competente di aver soggiornato nelle aree suddette. Il mancato rispetto delle misure previste costituirà una violazione dell’Ordinanza. A  seguito degli ultimi avvenimenti che hanno portato alla identificazione del primo caso di infezione Covid-19 acquisito in Italia e, quindi, della individuazione di aree ritenute interessate dall’epidemia di infezione da nuovo coronavirus in Lombardia e in Veneto, la stessa disposizione si applica agli individui provenienti dalle aree attualmente sottoposte a cordone sanitario delle regioni italiane coinvolte. Pertanto, i soggetti provenienti da tali aree, o che vi abbiano soggiornato negli ultimi 14 giorni e giungano in Molise per motivi di lavoro, di studio, familiari o per qualunque altra ragione, sono tenuti a comunicare la loro presenza sul territorio all’Autorità sanitaria locale, che provvederà a mettere in atto le adeguate misure di prevenzione della diffusione del virus. La segnalazione potrà essere effettuata al proprio medico curante, al numero del Ministero della salute 1500, al numero del Sistema territoriale 118,  cui sarà fornito un numero di telefono corrispondente al Servizio di medicina pubblica che avvierà la procedura. Inoltre, i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta, i medici di continuità assistenziale che hanno già ricevuto le istruzioni operative per la gestione del caso sospetto e dei contatti (con comunicazioni successive dell’ASREM, a partire dal 31.01.2020),  sono tenuti a consultare costantemente il sito dell’Azienda Sanitaria Locale per tutti gli aggiornamenti che saranno necessari in rapporto all’evolversi degli aspetti clinici ed epidemiologici dell’infezione in corso.

Gli eventuali casi posti in isolamento saranno presi in carico anche dalla Protezione civile per tutti i fabbisogni, quali fornitura di alimenti, farmaci etc. Si confida nel massimo senso di responsabilità dei molisani che, anche al solo sospetto, segnalino alle autorità eventuali contatti con i focolai nazionali ed internazionali

22 febbraio 2020 – “I confini del Molise restano aperti, ci mancherebbe, e ribadisco la mia totale vicinanza alle comunità che, purtroppo, sono state colpite dal coronavirus. Per quanto ci riguarda, stiamo semplicemente intensificando la prevenzione, come indicato dal Ministero della Salute, applicando l’obbligo – per quanti provengono o hanno soggiornato nelle ultime due settimane in aree sottoposte a cordone sanitario – di comunicare la presenza sul nostro territorio all’Autorità sanitaria locale, che provvederà a mettere in atto le adeguate misure di tutela della diffusione del nuovo coronavirus. Non abbiamo casi sospetti sul territorio e siamo in prima linea a difesa dei nostri cittadini e di quanti visitano la nostra terra. Prevenire è meglio che curare. Diffondere fake news in un momento come questo è da irresponsabili”. Così il presidente della Regione Molise in relazione alle misure preventive riguardo al Coronavirus Covid-19.

31 gennaio 2020  – Il 31 dicembre 2019 l’Organizzazione mondiale  della sanità segnalava un focolaio di casi di polmonite da causa sconosciuta concentrati nella città di Wuhan City, nella provincia di Hubei in Cina. Il 9 gennaio le autorità cinesi confermavano che l’agente patogeno era un nuovo virus, appartenente alla famiglia dei Coronavirus, denominato nCoV2019, e che il nuovo virus poteva trasmettersi da uomo a uomo. L’Organizzazione mondiale della sanità definisce le azioni di contenimento del rischio di sviluppo di una eventuale pandemia da nuovo Coronavirus, aggiornandole quotidianamente in relazione alle variazioni epidemiologiche dell’infezione a livello globale. In Italia il Ministero della Salute coordina, a sua volta, le azioni di competenza delle Regioni. In data 27 gennaio, presso la Direzione generale Salute Regione Molise, nel corso di una riunione convocata dal direttore, Lolita Gallo, alla presenza  del commissario Asrem, Virginia Scafarto, è stata costituita una task force permanente per la  gestione di una eventuale emergenza nCoV2019. La Regione Molise e la ASREM, a tal fine,  hanno già predisposto e attivato,  sulla base di quanto stabilito dalla circolare  del Ministero della Salute del 22.1.2020  e dalle indicazioni internazionali emanate dall’Organizzazione mondiale della sanità, la “Procedura per la gestione di caso sospetto di infezione da Coronavirus2019-NCOV”, che contiene l’insieme di istruzioni e raccomandazioni operative destinate agli operatori coinvolti nella gestione dei casi eventuali sul territorio regionale.